Gli uccelli

Gli uccelli sono una classe di vertebrati teropodi che vivono e si stabiliscono per riprodursi nella maggior parte degli habitat terrestri, in tutti e sette i continenti, anche se le zone in cui si ritrova la maggiore diversità di volatili sono le regioni tropicali. Una grande quantità di specie si sono adattate per vivere sia sulla terra che sugli oceani, colonizzando quindi anche l’acqua, come per esempio, i pinguini. Altre specie, come ad esempio gli uccelli domestici originari delle regioni tropicali, si sono diffuse a causa dell’attività umana, colonizzando territori in cui prima non erano presenti. Non è raro che esemplari di tali specie introdotte si siano ritrovati liberi, dando origine a delle piccole colonie. In base a diversi criteri di classificazione, il numero di specie di uccelli conosciute oscilla fra le 9.000 e le 10.500, delle quali almeno 120 si sono estinte in tempi storici. Gli uccelli sono animali bipedi, alati, omeotermi ed ovipari, specializzati nel volo. Le loro dimensioni variano dai 5 cm del piccolo e leggero colibrì di Elena ai 2,7 m dello struzzo, un uccello africano inadatto al volo. Tutti gli uccelli hanno i due arti anteriori modificati in ali e questa caratteristica permette, a quasi tutti gli appartenenti alla classe, di volare. Proprio questa capacità di volare ha portato all’evoluzione di particolari adattamenti anatomici, tra i quali si possono citare il sistema digestivo unico e il sistema respiratorio.
La maggior parte degli uccelli è dotata di grande intelligenza. Molti uccelli sono infatti in grado di modificare e usare piccoli oggetti per perseguire i propri scopi, ed è ormai accertato che in alcune specie vi sia una trasmissione delle conoscenze tra le generazioni. Sono animali socievoli che spesso vivono in colonie, comunicando grazie a segnali di tipo visivo o di tipo uditivo.

    Le caratteristiche comuni a tutti gli uccelli sono:

  • il becco corneo privo di denti;
  • la mancanza di un vero e proprio naso: le narici si aprono direttamente sulla superficie superiore del becco;
  • la presenza di una palpebra accessoria, la membrana nittitante, per ulteriore protezione dell’occhio;
  • la mancanza di un vero e proprio orecchio, gli uccelli dispongono di aperture ai lati del capo, situate dove i mammiferi possiedono le orecchie, adatte a captare i suoni; alcune specie (gufi, civette, barbagianni, allocchi) possiedono tali fori non simmetrici, ma sfalsati, in modo da captare la direzione dei suoni sia sul piano orizzontale (come nei mammiferi), sia sul piano verticale, caratteristica molto utile per i predatori notturni;
  • la deposizione di uova dal guscio duro fatto di carbonato di calcio;
  • il cuore a due atrii e due ventricoli;
  • la presenza di piume sul corpo che fungono da isolante termico verso l’ambiente esterno, esattamente come fanno i peli per i mammiferi; in alcune specie (cigni, anatre, oche, etc.) servono anche per rendere impermeabile all’acqua il piumaggio sottostante, isolando ulteriormente il corpo dell’animale dalla temperatura esterna e facilitandone anche il galleggiamento;
  • la presenza di penne sopra le piume che permettono un miglior controllo del volo;
  • l’omeotermia che permette di mantenere costante la temperatura corporea, esattamente come i mammiferi.

A differenza dei mammiferi, essi non urinano, ma i nitrati vengono filtrati nei reni ed espulsi dalla cloaca sotto forma di cristalli di acido urico.
La decisione di accogliere nella nostra casa questi simpatici animali pennuti può avvenire in molti modi. Si può restare colpiti dal loro canto o dai loro colori o ancora dalle loro doti e dal carattere. Ognuno di questi splendidi animali ha abitudini e caratteristiche che solo un veterinario o lo specialista del nostro negozio di fiducia possono aiutarci a scoprire. Eccoci quindi con un nuovo membro di famiglia, allegro e di grande compagnia grazie al suo cinguettare che riempirà gli spazi condivisi. Dobbiamo preoccuparci di creare per lui un habitat ideale, scegliendo le voliere e le gabbie più spaziose e confortevoli, dentro le quali ricreare tutto ciò che servirà a nutrirli, a farli giocare e riposare, lontano da rumori fastidiosi o fonti di calore e correnti d’aria. Tutto il resto sarà una piacevole continua scoperta di emozioni che, grazie ad una cura attenta delle loro esigenze, potrà farci vivere insieme con grande soddisfazione reciproca.