I pesci

I pesci appartengono alla grande classe dei vertebrati e sono animali eterotermi in altre parole animali a sangue freddo vale a dire che la temperatura corporea è regolata dalla temperatura esterna.
Essi da soli costituiscono più della metà di tutto il resto dei vertebrati messi assieme (mammiferi, uccelli, rettili ed anfibi).
I pesci, sono animali acquatici che vivono sia nelle acque dolci che marine di tutto il mondo, dalle regioni più calde a quelle più fredde, alle condizioni più ideali a quelle più ostili alla vita. La maggiore concentrazione di specie di pesci d’acqua marina la ritroviamo lungo le barriere coralline grazie all’abbondanza di alimenti mentre quelli d’acqua dolce si trovano in maggiore concentrazione nei grandi laghi africani e nei corsi d’acqua delle foreste pluviali tropicali, soprattutto nel bacino del Rio delle Amazzoni. Le dimensioni sono molto varie passando da pesci di pochi millimetri (Pandaka pygmea) a pesci che misurano oltre 15 m (squalo balena).
Una particolarità dei pesci è il colore esistendo una grande varietà: si passa infatti da pesci dai mille colori delle regioni tropicali a colorazioni più sobrie e classiche, scure nella parte dorsale e chiare nella parte ventrale.
Il corpo del pesce in genere è ricoperto da squame (anche se in alcune specie sono assenti) ed è provvisto di pinne che altro non sono che delle membrane che hanno funzione propulsiva o direzionale. Una particolarità del corpo dei pesci sono le squame (scaglie) disposte in maniera parzialmente sovrapposta (embricata). In alcune specie le scaglie sono delle placche ossee; in altre, come nelle anguille, sono così piccole da dare l’effetto di una pelle liscia; oppure esistono pesci dove proprio non ci sono. In ogni caso laddove sono presenti rappresentano una sorta di corazza che protegge e sostiene il corpo del pesce.